fbpx
ollo

INTER | CALCIOMERCATO – ULTIM’ORA


Milan Skriniar, difensore dell’Inter, parla dalla Slovacchia, dove ha ritirato il premio come miglior giocatore del Paese dell’anno: “Io in panchina? Devo dire che ero abituato a giocare regolarmente. Poi, dato che abbiamo iniziato a scendere in campo ogni tre giorni, l’allenatore ha iniziato a fare dei cambi. Visto che la squadra andava bene e che prendevamo pochi gol, il tecnico ha preferito non cambiare nulla fino alla finale di Europa League. Certo, mi è dispiaciuto, ma l’importante era che la squadra ottenesse buoni risultati”.

FUTURO – “Io via dall’Inter? Non ho alcuna informazione in merito. Ho ancora un contratto di tre anni con il club, ho un accordo con l’Inter e sono un giocatore di questa società. Nessuno, dall’Inter, mi ha detto che non mi vuole. Conte mi vuole ancora a Milano. Non è facile per lui scegliere chi far giocare tra 30 giocatori a disposizione. Di certo, non fa delle scelte per ferire qualcuno. Lui ha scelto per il bene della squadra e io non ho motivo di lasciare l’Inter. Loro mi vogliono ancora e io mi sono sempre impegnato in allenamento. Sono lo stesso giocatore di sempre”.


Arrivano novità sulle condizioni di Stefan de Vrij, che ha lasciato il ritiro della nazionale olandese per infortunio. Il difensore dell’Inter è atteso ad Appiano Gentile già nella giornata di domani per valutare l’entità del problema accusato nelle scorse ore. Dai primi controlli è una leggera distorsione alla caviglia destra che non preoccupa lo staff medico nerazzurro. Il giocatore è rientrato a scopo precauzionale e verrà rivalutato nei prossimi giorni.


Secondo La Gazzetta dello Sport, la dirigenza dell’Inter ha già un accordo con Arturo Vidal su una base di un biennale da sei milioni l’anno, con opzione per la terza stagione. Raggiungere l’intesa col cileno è stato tutto sommato semplice: “Il prossimo passo sarà liberarsi dal Barcellona: c’è da trattare sull’ultimo anno di contratto che lo lega al club. Ballano otto milioni di euro, a cui il giocatore, messo alla porta, non vorrebbe rinunciare. Da parte sua il Barça, sapendo che il giocatore ha “mercato”, chiede una transazione. Le parti non sarebbero troppo distanti, e la rescissione “libera” può arrivare. L’Inter al momento non intende imbastire nessuna trattativa e l’unico obbligo è prenderlo a zero, aspettando piuttosto che sia l’agente Felicevich a liberare il giocatore, come ha già fatto nel caso di Alexis Sanchez e dello United”.


Nuovo, lungo intervento da parte del ds dell’Inter, Piero Ausilio,

MERCATO – “Dobbiamo vendere e attraverso le cessioni poi provare a cogliere le opportunità. Cosa che non si può fare quando si sentono nomi altisonanti attraverso un mercato fatto di grandi investimenti. Deve essere attento, curato, fatto di opportunità che passano attraverso cessioni che ancora adesso non abbiamo fatto”.

MESSI – “Vorrei usare un termine che non posso usare in tv. Mi limito a dire che è una cosa impossibile. Non è mai esistita. arriva un punto in cui bisogna metterlo in chiaro una volta per tutte. L’Inter non può neanche solo permettersi di pensare ad un giocatore di questo tipo. Messi è un sogno di tutti, ma per noi non può essere una realtà. Ha parametri economici inavvicinabili per il nostro mercato e le nostre possibilità. Spero sia l’ultima volta che si parli di Messi all’Inter perché non può essere una realtà e quindi come tale bisognerebbe non parlare più”.

SKRINIAR – “Skriniar è un giocatore su cui abbiamo fatto un investimento giusto. Da noi da tre anni e ha fatto bene, ha giocato meno nell’ultimo periodo. Ma è sicuramente un asset su cui puntiamo e punteremo per il futuro”.

BROZOVIC – “Gli atteggiamenti fuori dal campo sono stati degli episodi che abbiamo gestito all’interno. Il ragazzo ha commesso degli errori, ma di atteggiamento che potevano essere evitati. Il ragazzo ha capitato e ha promesso che in futuro starà più attento. Lui come gli altri giocatori importanti fa parte del progetto, poi siamo attenti alle opportunità. Se dovesse arrivare qualcosa che accontenta Brozovic saremo lì ad ascoltare, ma allo stesso tempo lui deve pensare solo all’Inter”.

NAINGGOLAN E PERISIC – “Sono due giocatori sotto contratto con l’Inter, vengono da due buone stagioni. Siamo nelle condizioni di dire vediamo come si approcciano all’Inter. Diamo a loro opportunità di lavorare con l’Inter. Piena sintonia e accordo con l’allenatore su questa scelta”.

BIRAGHI E DALBERT – “Uno tornato all’Inter, l’altro alla Fiorentina e penso che rimarrà questa la situazione”.

CHIESA – “Non è un profilo che possiamo valutare, c’è stima ma non possiamo fare quel tipo di mercato”.

KANTE’ – “La verità la dovete dire. Fatemi la cortesia di scrivere che Kanté è un’operazione impossibile. Impossibile per noi, punto”.


L’Inter si avvicina ai prossimi colpi del suo mercato dopo Hakimi. Lo annuncia Gianluca Di Marzio a Sky Sport in questi minuti: “Aleksandar Kolarov è un giocatore dell’Inter, l’affare si è concluso pochi istanti fa perché firmerà per un anno più una seconda stagione come opzione. Ma non finisce qui perché l’operazione Vidal procede spedita. Vidal e il Barça sono molto avanti sulla risoluzione del contratto, i segnali sono proprio questi perché a quel punto Arturo potrà firmare per due anni coi nerazzurri“.


Secondo Sky Sport, l’Inter ha chiuso per l’acquisto di Aleksandar Kolarov. L’operazione è conclusa per un contratto di 1 anno più una seconda stagione di opzione, in base alle presenze del terzino serbo. Le parti si sono strette la mano, ufficialità a giorni con la Roma che saluta il laterale ex Manchester City.


Dagli studi di Sky Sport, il ds dell’Inter, Piero Ausilio, ha risposto su Radja Nainggolan e il suo rientro a Milano: “Nainggolan è un giocatore che ha due anni di contratto, oggi si è presentato al raduno e si è messo a disposizione di società ed allenatore. credo lo farà in modo serio e professionale, valuteremo e non escludo resti. È un ottimo giocatore e credo possa migliorare nel rispetto delle regole di comportamento che devono essere rispettate da tutti. Avrà delle chance e dovrà essere brave a coglierle. Vidal non è nostro, posso dire che piace a tutti quelli a cui piace, se ci saranno condizioni favorevoli”.

Su Lautaro: “Non è ripartito nulla. In passato non era partito nulla. C’è stato un approccio con il calciatore, non abbiamo iniziato una trattativa. C’era una clausola non esercitata e per noi dal giorno successivo è stato fuori dal mercato”.


Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: